Barometro Minibond Market Trends: il bilancio sul 2018

21.01.2019

h

Giorni caldi per il Mercato ExtraMot Pro in apertura del 2019, con diverse emissioni già a inizio anno. Prima però di passare a previsioni e analisi sulla prossima stagione finanziaria, in questo Barometro Minibond Market Trends vi offriamo un quadro completo degli ultimi movimenti del mercato di riferimento, aggiornato a dicembre 2018. In chiusura del report abbiamo inserito i dati cumulativi sull’anno passato: un riassunto chiaro e immediatamente consultabile sul totale delle emissioni e una sintesi delle società emittenti.

Il 2018 si è chiuso con 53 nuove emissioni, per un ammontare pari a circa 4,5 miliardi di euro. Le emissioni di taglio inferiore a 50 milioni di euro sono state 45, per un ammontare superiore ai 100 milioni di euro. Complessivamente, l’ExtraMot Pro raggiunge 345 emissioni dalla sua apertura, per un ammontare pari a circa 19 miliardi di euro.

I trend da evidenziare relativi all’ultimo trimestre sono i seguenti:

  • Con 21 nuove emissioni, il mercato ExtraMOT Pro raggiunge il numero di 345 emissioni, per un controvalore pari a circa €19 Mld
  • Le emissioni di taglio inferiore a €50M sono aumentate rispetto al trimestre precedente sia come numero (15 contro 11) che come ammontare (37 milioni € contro 22)
  • Crescono le emissioni da parte delle aziende appartenenti ai settori Industrial, Food & Beverage e Media & ICT, per un controvalore complessivo di ca. €33 M. Risultano inoltre nuove emissioni da parte di società che avevano già fatto ricorso allo strumento dei minibond (ETT, Plissè, Space e Boni)
  • Rispetto a quanto registrato al 31 dicembre 2017, si conferma il trend di riduzione del taglio medio che al 31.12.2018 scende a ca. €7,0 M e della cedola media che al 31.12.2018 scende a ca 5,07%
  • Segnaliamo il caso del pastificio De Cecco che ha emesso due prestiti obbligazionari: il primo da €21 M quotato sul segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana e il secondo da €4 M non quotato

L’identikit aggiornato del minibond sotto €50 M è il seguente:

  • Taglio medio €7,0 M
  • Scadenza media: 4,8 anni
  • Struttura del rimborso: 48% bullet / 52% con piano di ammortamento
  • Cedola media annua: 5,07%
  • Fatturato medio emittente: €84,4 M

Auspicando che le PMI continuino a valutare i minibond come un valido e alternativo strumento di debito, continueremo a monitorare il mercato dei minibond nel 2019 arricchendo sempre più le analisi del nostro Barometro.