"Voglio che l’Unione dei mercati dei capitali offra alle imprese europee, in particolare alle nostre PMI, una gamma più ampia di fonti di finanziamento. Voglio che offra ai consumatori maggiori possibilità di investimento. E voglio rimuovere gli ostacoli alla libera circolazione dei capitali in tutti i 28 Stati membri”. Jonathan Hill, Commissario responsabile per la Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali

"Da tempo sosteniamo la necessità che si sviluppino strumenti finanziari alternativi al credito bancario. Per questo guardiamo con attenzione e attesa al mercato che sta nascendo e ci aspettiamo che rappresenti uno strumento concreto per sostenere la crescita delle PMI." Vincenzo Boccia, Presidente Confindustria

"Per il finanziamento degli investimenti nuove risorse devono affiancarsi agli impegni bancari. È nell'interesse delle banche favorire questo processo [...] evitando con cura possibili conflitti di interesse." Ignazio Visco, Governatore Banca d'Italia

Epic ha realizzato la prima piattaforma fintech dove le piccole e medie imprese (PMI e startup) possono presentare progetti di sviluppo da finanziare ad una platea selezionata di investitori istituzionali (fondi di investimento, banche, assicurazioni, SIM, fondi pensione) e privati qualificati in base a requisiti redatti ai sensi MiFID/Consob.

Gli investitori, a loro volta, hanno la possibilità di valutare le opportunità di investimento in modo trasparente, rapido, efficiente, economico e “social”, grazie alle informazioni reperibili sulla piattaforma in un formato standardizzato e provenienti non solo dalle aziende, ma anche da realtà indipendenti (es. agenzie di rating e società di analisi/ricerca) e dagli altri investitori interessati alle operazioni. Gli investimenti possono assumere la forma di minibond, azioni, obbligazioni convertibili, cambiali finanziarie, finanziamenti da parte di fondi di investimento alternativi (ossia con operazioni di private debt, private & public equity, direct lending, startup).

L'attività è perfettamente in linea con il piano di azione della Commissione Europea per l'Unione dei Mercati dei Capitali (Capital Markets Union).

Il posizionamento di Epic nel panorama internazionale delle piattaforme digitali

posizionamento Epic

Costituendo un ponte tra domanda di risorse per la crescita e offerta di capitali, Epic costituisce una soluzione di sistema aperta alle PMI e agli investitori italiani ed internazionali interessati ad esse. Quanto più esteso sarà il network, tanto maggiori saranno i benefici per i partecipanti e per il sistema.

Epic si pone infatti come aggregatore, coinvolgendo, oltre ad imprese ed investitori, tutti gli attori ad essi più vicini: ai consulenti delle imprese Epic offre una soluzione per i propri clienti, dando loro la possibilità di accompagnare l’azienda nel percorso di raccolta dell’investimento. Ai network di investitori già esistenti, Epic, in quanto Società di Intermediazione mobiliare autorizzata e regolata da Consob e Banca d'Italia, mette a disposizione un ambiente in cui svolgere l’attività di investimento in maniera efficiente, riservata e regolata, ampliando allo stesso tempo le opportunità.

Grazie alle esperienze professionali delle sue persone e al supporto della tecnologia, la piattaforma digitale di Epic agevola, semplifica e rende meno costoso l’incontro tra i progetti di sviluppo delle PMI italiane e investitori italiani ed internazionali interessati a diversificare.

La missione e l'ecosistema di Epic.

missione ed ecosistema di Epic

In Italia ad esempio oltre la metà del PIL è generato da piccole e medie imprese le quali, storicamente, si sono sempre finanziate ricorrendo al debito bancario. Negli ultimi anni il rallentamento dell’economia ha reso difficile per le banche sostenere le imprese come in passato. Nonostante interventi comunque temporanei della BCE, la riduzione dei volumi di credito che le aziende ricevono dalle banche rischia seriamente di diventare cronica, in considerazione del nuovo quadro regolamentare al quale queste ultime si devono attenere (Basilea 3, vincoli di liquidità). Diventa quindi pressante l'esigenza di un canale complementare di finanziamento per le PMI.

Il mercato italiano è considerato all’avanguardia in Europa ed ha compiuto diversi passi concreti: i Decreti Sviluppo, Crescita e Competitività e l’introduzione dei minibond (lo strumento), l’avvio dell’ExtraMOT PRO (trasparenza mercato secondario), il lancio di numerosi fondi di credito specializzati in PMI (i selettori e gestori di rischio PMI), i recenti provvedimenti IVASS (più riserve assicurative investite in PMI). 

Su Epic è possibile manifestare interesse anche per titoli già emessi, sia che questi abbiano sia che non abbiano avuto la fase di emissione in esclusiva sulla piattaforma. Già oggi Epic può adoperarsi per favorire gli scambi (per finalità di acquisto o vendita) tra i suoi aderenti sui minibond Coswell, Dedagroup, Essepi Ingegneria, E.s.tr.a., Geodata Engineering, Global System International, Trevi - Finanziaria Industriale, JSH Group, TerniEnergia, Osa, Olsa, Rigoni di Asiago, SEA, Sipcam, Corvallis Holding, TBS Group, Tesmec.